SuperG Bando 2014

ARTICOLO 1 – PREMESSE

La “Conferenza dei rappresentanti dei gruppi giovani delle associazioni di categoria imprenditoriali e professionali di Treviso” denominata anche “SUPER G”, di cui fanno parte:
– il Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria Treviso (“GGI Treviso”);
– il Gruppo Giovani Confartigianato della Marca Trevigiana;
– il Gruppo Giovani Impresa della Federazione Coldiretti Treviso;
– il Gruppo Giovani Imprenditori i Confcommercio Treviso;
– l’AIGA Treviso, Associazione Italiana Giovani Avvocati;
– l’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Treviso;
– Gruppo Giovani Imprenditori Edili Ance di Treviso;
in collaborazione con la Fondazione delle Banche di credito cooperativo e Casse Rurali della Provincia di Treviso (o anche “Fondazione BCC CRA”), in rappresentanza di:
– BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO – SOCIETA’ COOPERATIVA con sede in Orsago (TV),
– BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DELLE PREALPI – SOCIETA’ COOPERATIVA con sede in Tarzo (TV),
– BANCA DI MONASTIER E DEL SILE – CREDITO COOPERATIVO – SOCIETA’ COOPERATIVA con sede in Monastier Di Treviso (TV),
– CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI TREVISO – CREDITO COOPERATIVO – SOCIETA’ COOPERATIVA con sede in Istrana (TV),
– CENTROMARCA BANCA – CREDITO COOPERATIVO, SOCIETA’ COOPERATIVA con sede in Preganziol (TV),
– CREDITO TREVIGIANO – BANCA DI CREDITO COOPERATIVO – SOCIETA’ COOPERATIVA con sede in Vedelago (TV),
e la Fondazione “La Fornace dell’Innovazione” di Asolo (o anche “La Fornace”), promuovono il terzo:

Bando per i nuovi Imprenditori e Professionisti

1.2 Il Bando per i nuovi Imprenditori e Professionisti (di seguito il “Bando”) è finalizzato a raccogliere, selezionare e sostenere Progetti di Business, inserendoli in percorsi coerenti di sviluppo ed accompagnamento finalizzati alla creazione di imprese e progetti professionali sostenibili e competitivi nel tempo, mediante (i) un premio in denaro, (ii) erogazioni di un finanziamento bancario della durata di anni 5 (cinque) e (iii) servizi di tutoraggio, accompagnamento, formazione nonché uffici attrezzati ad ospitare nuove imprese.

ARTICOLO 2 – SVILUPPO BANDO
2.1 Il Bando si articolerà nelle seguenti fasi:
Fase 1: Raccolta e formazione
La raccolta dei Progetti di Business avverrà nel periodo dal 31/07/2014 al 31/12/2014 tramite il sito www.supergtreviso.com, secondo le modalità di cui all’Articolo 4.
Sul sito www.supergtreviso.com sarà possibile accedere gratuitamente ad una serie di materiali informativi utili per la redazione del Progetto di Business, FAQ (Frequentely Asked Question) o contattare il servizio di Help Desk.
Durante questo intervallo di tempo i candidati, al fine di perfezionare l’elaborazione delle domanda di partecipazione, potranno usufruire gratuitamente dei seguenti servizi organizzati dai soggetti promotori del Bando, ovvero:
– Sportello informativo aperto dal 1 settembre 2014 presso cui ricevere su appuntamento un primo orientamento dai referente delle associazioni aderenti al SuperG;
– Workshop informativi e di orientamento programmati sul territorio e promossi dalle associazioni aderenti al SuperG e dai soggetti partners del presente Bando;
– Percorso formativo “SuperG Camp”. Il percorso si articolerà in lezioni di gruppo in aula presso le sedi de La Fornace e della Fondazione BCC CRA, visite aziendali, testimonianze da parte di imprenditori e professionisti.
La partecipazione a ciascuno degli appuntamenti è aperta a tutti coloro i quali si registreranno al sito www.supergtreviso.com, nel limite dei primi 50 posti disponibili per ogni evento organizzato e non è subordinata all’avvenuta presentazione di un progetto di business.
Fanno eccezione le visite aziendali e le eventuali trasferte che, viste le esigenze particolari delle diverse sedi “ospitanti” seguono modalità diverse, disciplinate da un apposito Regolamento che verrà pubblicato sul sito del www.supergtreviso.com.
– Spazi di coworking presso La Fornace e le sedi della Fondazione BCC CRA disponibili per i candidati, su prenotazione, per lo sviluppo del proprio Progetto di Business.

2.2 Fase 2: Valutazione e Selezione
Entro il 31/01/2015 verranno valutati e selezionati i migliori 5 Progetti di Business tra quelli raccolti secondo le modalità di cui alla Fase 1. La selezione sarà effettuata a cura della Commissione Giudicatrice (o anche la “ Commissione”), di cui all’Articolo 8, secondo i criteri e le modalità espresse nell’Articolo 9.1.

2.3 Fase 3: Premiazione
Entro il 15/02/2015 si procederà alla proclamazione e alla premiazione dei 5 migliori Progetti di Business, per le quale si apriranno le opportunità ed i benefici descritti nell’Articolo 5.

2.4 Fase 4: Sostegno 
Percorso di accelerazione “SuperG Starting”.
I migliori 5 Progetti di Business individuati dalla Commissione usufruiranno del percorso di accelerazione “SuperG Starting”, che si svilupperà dal 23/02/2015 al 24/05/2015. Il percorso, che prevede l’assistenza del network di competenze – interne ed esterne – a La Fornace, Treviso Tecnologia, alla Fondazione BCC CRA e alle associazioni appartenenti al SuperG, offre la possibilità di verificare in maniera concreta la fattibilità dell’idea imprenditoriale prima della fase di avvio dell’imprese e dell’eventuale incubazione.
La verifica assistita dell’idea di business aiuta il potenziale imprenditore a individuare i punti di forza e di debolezza del suo business plan, al fine di aumentare la consapevolezza circa le reali opportunità di successo. E’ prevista un’assistenza personalizzata one-to-one con un tutor che supporterà la verifica e indirizzerà l’assistito a esperti del campo che gravitano attorno al sistema del SuperG. Il contenuto formativo sarà integrato da incontri in sessione plenaria su temi di interesse comune, quali ad esempio testimonianze e incontri informativi di aziende/banche/associazioni affiliate.
Il “SuperG Starting” usufruirà degli spazi di co-working messi a disposizione da La Fornace e dalla Fondazione BCC CRA.
Investor day.
I Progetti di Business vincitori del Bando verranno presentati, con la formula del pitch date, ad un gruppo di potenziali investitori (es Business Angel e venture capital) o imprese private che potrebbero essere interessate ad investire su di essi.

ARTICOLO 3 – REQUISITI PER L’AMMISSIONE AI BENEFICI
3.1 Alla data di assegnazione dei benefici finali devono sussistere le seguenti condizioni:
1. il Progetto di Business non deve essere già oggetto di un’impresa avviata dal soggetto o dai parenti affini fino al 2° grado;
2. i vincitori si devono impegnare a costituire l’impresa basata sul Progetto di Business vincitore (o ad aprire la partita iva nel caso di professionisti) solo ed esclusivamente in provincia di Treviso entro 120 giorni (deve concordare con l’art.5) dalla comunicazione di ammissione ai benefici;
3. i vincitori che siano stati o siano attualmente titolari o soci di impresa o studio professionale:
– non devono essere o essere stati sottoposti a procedure concorsuali o liquidazione (liquidazione coatta o volontaria, fallimento, concordato preventivo, amministrazione straordinaria) o essere in stato di difficoltà ai sensi della Comunicazione della Commissione Europea 2004/C244/02;
– devono essere in regola con i pagamenti contributivi, assicurativi e previdenziali, nonché con la normativa antimafia.

ARTICOLO 4 – MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE AL BANDO
4.1 Per la partecipazione alla Fase 1 del Bando occorre compilare l’apposito application form disponibile nel sito www.supergtreviso.com allegando il proprio Progetto di Business.

4.2 Si specifica che nel caso di progetti relativi ad imprese e/o ad iniziative professionali che prevedano il coinvolgimento di più persone, dovrà essere inserito il nominativo e gli estremi di un rappresentante del gruppo che farà da referente per tutte le eventuali comunicazioni e aggiornamenti da parte del SuperG.

4.3 Una stessa persona può in presentare, in forma singola o aggregata, solamente un Progetto di Business.

ARTICOLO 5 – BENEFICI
5.1 In base ai criteri di cui all’Articolo 9 la Commissione procederà con giudizio insindacabile alla selezione per individuare i 5 Progetti di Business che accederanno ai benefici di cui al successivo punto 5.3.

5.2 A fronte delle rinunce da parte di uno dei 5 Progetti di Business selezionati, la Commissione procederà ad assegnare il posto per scorrimento della graduatoria.

5.3 Benefici:
1. per il primo classificato premio in denaro pari a € 10.000,00 (euro diecimila);
Il premio in denaro verrà corrisposto (in una o più soluzioni) nell’arco dei sei mesi successivi all’assegnazione del premio e la relativa liquidazione avverrà a fronte dalla presentazione alla segreteria del SuperG di fatture o documenti che attestino spese sostenute coerenti all’avvio e gestione dell’attività imprenditoriale o professionale sulla base dell’idea di business presentata. Funzionale all’erogazione del premio è l’apertura di un conto corrente bancario presso una filiale delle sei banche aderenti alla Fondazione BCC CRA.
2. Per tutti i Progetti di Business selezionati possibilità di accedere ad un finanziamento agevolato (si veda articolo 6) della durata di cinque anni, di importo fino ad un massimo di € 20.000,00 (euro ventimila); tale finanziamento dovrà essere stipulato entro 60 gg dalla data di costituzione dell’impresa o dell’apertura della partita iva.
3. Per i Progetti di Business selezionati e giudicati idonee (*), la possibilità di usufruire dei servizi dell’Incubatore La Fornace, come descritti nell’articolo 7:
(a) nel caso di incubazione fisica (sede di impresa) presso l’Incubatore La Fornace, disponibilità di un voucher del valore di euro 3.000,00 (euro tremila/00) cadauna da scontarsi sui costi di incubazione del primo biennio;
(b) nel caso di incubazione virtuale disponibilità di un voucher del valore di euro 1.500,00 (euro millecinquecento/00) da scontarsi sui costi di incubazione del primo biennio.
Ai fini dei percorsi di incubazione, i Progetti di Business selezionati e giudicati idonei (*), stipuleranno apposito contratto di service con l’Incubatore che definirà, in modo concordato, i servizi che verranno erogati secondo la tipologia di impresa che si intende avviare. Qualora vi siano altri progetti giudicati idonei, oltre ai 5 risultati vincitori, l’Incubatore si riserva la facoltà di offrire ulteriori uffici per l’incubazione delle imprese.

5.4 La Commissione, a propria discrezione, potrà assegnare un Premio Speciale dell’ammontare di € 2.000,00 (euro duemila) ad un Progetto di Business considerato particolarmente meritevole tra tutti quelli raccolti entro il 31/12/2014.
*Da tale beneficio risultano esclusi i professionisti, gli studi professionale o le iniziative professionali.

ARTICOLO 6 – CONDIZIONI DEL FINANZIAMENTO BANCARIO
Il finanziamento bancario avrà le seguenti condizioni:
a) Importo del finanziamento: € 20.000,00;
b) Banche finanziatrici: alternativamente una delle Bcc-Cra della provincia di Treviso;
c) Data di stipula: entro e non oltre 60 giorni dalla data di costituzione dell’impresa o dell’apertura della partita iva.
d) Durata: 72 mesi, di cui 12 (dodici) di preammortamento;
e) Periodo di interessi semestrale;
f) Modalità di utilizzazione: in un’unica soluzione;
g) Tasso di interesse: euribor semestrale maggiorato dello spread);
h) Spread: 165, bps;
i) Interessi di mora: pari al tasso di Interesse maggiorato di 200 bps;
j) Rimborso: avverrà in 10 rate semestrali posticipate comprensive di quota capitale e quota interessi “metodo francese”, con inizio ammortamento alla scadenza dei dodici mesi di pre-ammortamento.
k) Estinzione, totale o parziale anticipata volontaria: è ammessa l’estinzione anticipata totale o parziale senza applicazione di una penale purché comunicati con un preavviso di 15 giorni. Gli importi rimborsati saranno imputati pro-quota sulle rate residue;
l) Garanzie: soci e/o richiedenti nessuna garanzia di soggetti terzi alla società;
m) Recesso/risoluzione/decadenza dal beneficio del termine: quelli usuali per operazioni aventi caratteristiche analoghe, tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo:
– mancato pagamento di qualsivoglia importo dovuto ai sensi del Contratto di Finanziamento;
– verificarsi di eventi atti a modificare in maniera rilevante la situazione economica, finanziaria, patrimoniale e/o operativa dei Prenditori e tali da pregiudicarne la capacità di adempiere alle obbligazioni di pagamento;
– insolvenza o procedure concorsuali a carico dei Prenditori, pregiudizievoli in genere.

ARTICOLO 7 – I SERVIZI OFFERTI DALL’INCUBATORE “LA FORNACE”
L’Incubatore La Fornace (o l’”Incubatore”), è sito ad Asolo e attualmente ospita imprese innovative appartenenti al settore del design, della comunicazione, delle nuove tecnologie o del terziario avanzato.
La struttura, gestita dalla Fondazione “La Fornace dell’Innovazione”, è composta da spazi destinati ad ospitare imprese, aventi: accesso autonomo, servizi igienici, montacarichi, ascensore di servizio, sale riunioni, posti macchina coperti e parcheggi esterni liberi. Gli spazi modulari dispongono inoltre di allacciamenti autonomi alle reti tecnologiche (luce, gas) e telematiche, nonché di impianti di climatizzazione e di allarme autonomi. L’Incubatore offre servizi logistici e di accompagnamento specifici, sviluppati su misura per ogni singola impresa. Al fine di dare la massima trasparenza e convenienza alle imprese ospitate, l’Incubatore stipula appositi contratti di service che comprendono oltre ai costi di affitto e di tutoraggio, anche quelli di: riscaldamento, raffrescamento, acqua, energia elettrica, pulizia, asporto rifiuti, spese condominiali e attivazione utenze. Rimangono a carico delle imprese le utenze telefoniche e traffico internet (solo nel caso di uso industriale anche di gas ed energia elettrica). L’Incubatore supporta le nuove imprese con servizi di accompagnamento che prevedono corsi di formazione e momenti di assistenza personalizzata. La formazione, si avvale di professionisti qualificati e selezionati, per dare al nuovo imprenditore abilità manageriali necessarie a condurre un’impresa. Le principali aree di competenza coperte sono: il marketing, la gestione economico-finanziaria, l’internazionalizzazione, la gestione dei processi di innovazione, la redazione dei business plan, la gestione delle risorse umane e del tempo. L’Incubatore offre anche un servizio di tutoraggio personalizzato alle imprese. Tramite esso, i nuovi imprenditori sono supportati dalla fase di costituzione dell’impresa a quella di sviluppo, in particolare: nel risolvere i problemi organizzativi, nell’affrontare problematiche gestionali, nell’accrescere le proprie competenze, nello sviluppare sinergie e collaborazioni con imprese del territorio, nell’accedere ai servizi offerti dalle Università e dai Centri che si occupano di innovazione nella Regione Veneto. Con modalità economiche concordate con l’imprenditore sono previsti anche interventi consulenziali di professionisti esterni relativi alle principali aree di competenza.
Per le imprese o i progetti imprenditoriali che non necessitano di una sede presso l’Incubatore, La Fornace offre un percorso di incubazione virtuale che comprende tutti i servizi di formazione, tutoraggio e networking di cui sopra. A tali imprese è data anche la possibilità di utilizzare alcuni spazi della fornace per incontri o riunioni con clienti e/o fornitori.

ARTICOLO 8 – COMMISSIONE GIUDICATRICE
La Commissione Giudicatrice (o anche la “Commissione”), appositamente nominata dal direttivo del SuperG, determinerà la graduatoria finale del concorso coerentemente ai criteri stabiliti all’Articolo 9.
La Commissione Giudicatrice è composta da cinque membri:
– un rappresentante indicato da La Fornace;
– un rappresentante indicato della Fondazione BCC CRA;
– un rappresentante espressione degli ordini professionali appartenenti al SuperG;
– un soggetto nominato dal Presidente di turno del SuperG;
– il vice-presidente di turno del SuperG;
La Commissione Giudicatrice è presieduta dal Presidente del SuperG in carica per l’anno di riferimento del Bando.
La Commissione adotta le proprie decisioni in seduta segreta. Solamente in caso di parità, il Presidente della Commissione sarà chiamato ad esprimere il proprio voto.
La Commissione in sede di esame e valutazione dei progetti pervenuti, si riserva la facoltà di contattare e/o richiedere ai concorrenti ulteriori notizie per l’approfondimento dell’istruttoria. Riguardo al Premio Speciale di cui all’Articolo 5, la Commissione si riserva la facoltà di non adottarlo nel caso non rilevi contenuti particolarmente meritevoli nei Progetti di Business raccolti.
Il giudizio della Commissione è insindacabile.

ARTICOLO 9 – CRITERI DI VALUTAZIONE E FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA
La valutazione e selezione dei Progetti di Business presentati, prevista dall’Articolo 2.2, verrà effettuata sulla base dei seguenti criteri e punteggi:
(1) Coerenza e qualità del Business Plan presentato: massimo 10 punti.
(2) Approfondimento della valutazione del contesto competitivo e degli aspetti di marketing: massimo 10 punti.
(3) Presentazione di un piano economico finanziario articolato e sostenibile: massimo 10 punti.
(4) Costruzione di un mix di competenze dei soci e dei collaboratori funzionale allo sviluppo del progetto: massimo 10 punti.
(5) Grado di articolazione e strutturazione dell’organizzazione aziendale a supporto del progetto d’impresa: massimo 10 punti.
(6) Creazione di un network articolato e di relazioni di valore con gli attori privati e pubblici del territorio: massimo 10 punti.

ARTICOLO 10 – RISULTATI
I risultati del concorso verranno pubblicati sul sito: www.supergtreviso.com, sul sito de La Fornace e sul sito della Fondazione BCC CRA .
I referenti dei Progetti di Business proclamati vincitori riceveranno via email/fax entro 7 giorni dal termine della Fase 2 di cui all’Articolo 2.2, comunicazione scritta con gli esiti del concorso. Le stesse saranno tenute a comunicare via email/fax (riferimenti: info@supergtreviso.com / fax: 0422 433330) la conferma dell’accettazione dei benefici entro quindici giorni della ricevimento della comunicazione dell’assegnazione degli stessi.

ARTICOLO 11 – OBBLIGHI DEL BENEFICIARIO
Il soggetto beneficiario avrà accesso ai benefici previsti dal Bando ottemperando ai seguenti obblighi (salvo eventuali proroghe che potranno essere accordate su richiesta motivata):